FairCoin rappresenta un'innovativa tecnologia blockchain, che offre prestazioni migliori rispetto a BitCoin e alla maggior parte degli AltCoin: infatti richiede meno energia, consente operazioni più veloci e ridistribuisce "commissioni" basse, ovvero non è speculativo. È stato messo a punto con un chiaro valore in mente e nell’ottica di servire per colmare il divario economico sia a livello regionale che globale. Qui vi raccontiamo la sua storia e come è possibile partecipare nella costruzione del futuro di questa criptovaluta; i meccanismi progettati per essere in grado di adeguare i suoi parametri operativi, per massimizzare la sua indipendenza, per evitare qualsiasi "deadlock" o "split" della blockchain, e come abbiamo configurato i nodi per un corretto svolgimento delle operazioni a lungo termine.

Come si usa FairCoin?

Puoi usare FairCoin per

  •     tenere denaro in un portafoglio
  •     acquistare beni e servizi
  •     cambiare denaro FIAT (Euro, USD, USD, ....)

L'ideale sarebbe che tante microimprese costruissero un'economia circolare e usassero FairCoin come sistema di baratto seguendo uno schema il seguente: Il commerciante A vende caffè ad un ristorante vegano B con FairCoin. Il coltivatore di caffè può ordinare al designer C un video per documentare il suo lavoro, e il produttore del video può pagare tutto o una parte del conto nel ristorante con FairCoin.

Incoraggiamo tutti coloro che sono in possesso di FairCoin a cambiare a euro solo per usarlo in ambiti dal carattere etico e non acquistare FairCoin a buon mercato evitando speculazioni. Ecco perché FairCoin ha lasciato la maggior parte delle borse di cambio digitali (come Bitrex).

Dove va il denaro quando compro (cambio) in getFairCoin?

getFairCoin è il luogo consigliato per lo scambio di FairCoin dalla comunitá di FairCoin. Gli Euro ottenuti sono usati per cambiare FairCoin a Euro ai commercianti, per esempio, nel caso ne abbiamo bisogno, per acquistare materie prime che non sono disponibili in FairCoin. Alternativamente, è possibile acquistare FairCoin in uno dei nodi locali.

Come è stato creato il FairCoin?

50 milioni di FairCoin sono stati inizialmente distribuiti da un "airdrop" a 49.750 indirizzi nel marzo 2014. La persona dietro ad ogni indirizzo era in grado di reclamare 1000  FAIR istantaneamente. Nessun metodo automatico (bot) di richiesta per airdrop poteva essere usato, infatti ogni indirizzo IP poteva essere registrato solo una volta per ora e 2 diversi captcha dovevano essere risolti. Queste precauzioni di sicurezza sono state mantenute segrete fino al giorno della distribuzione. Il sistema di distribuzione FairCoin ha permesso a una buona parte della comunità FairCoop di rivendicare un po dei 50.000.000 di FairCoin ciascuno.

Chi possiede i FairCoin oggi?

Con il doppio meccanismo di Proof-of-Work/Proof-of-Stake combinati e fino al 17 luglio 2017, altri 50.000 FairCoin al mese sono stati distribuiti ai minters come ricompensa per mantenere online i loro portafogli. Con l'introduzione del meccanismo di Proof-of-Cooperation in FairCoin, nel 18 luglio 201, non è stato più possibile effettuare nessuna attività di mining.

Nel dicembre del 2016, circa 53 milioni di FairCoin erano distribuiti grossomodo come segue:

  • 9 milioni sono di proprietà di persone al di fuori dell'ecosistema FairCoop, dove nessuno possiede più di 600.000

  • 32,5 milioni sono di proprietà di persone attive nell'ecosistema FairCoop

  • 11,5 milioni sono nelle mani dei fondi FairCoop Funds, dei quali 10 milioni sono stati donati da Enric Duran

  • 1.5 milioni non sono stati reclamati, quando abbiamo aiutato aiutato gli utenti a recuparare 18 milioni di monete con un fondo speciale di recupero dopo il crash del cambio Mintpal  in 2014

  • 9 milioni sono stati bloccati per essere utilizzati in futuro nel fondo Global South, nel fondo Commons e nel fondo per l’infrastruttura Tecnica.

Dove posso vedere l'importo di ogni indirizzo?

Poiché la blockchain è un libro mastro pubblico, tutti possono vedere l'importo a ciascun indirizzo (= account) attraverso il block explorer. Questo mostra tutte le operazioni e il flusso di FairCoin. Tutti gli indirizzi dei fondi sono elencati in questa table. Stiamo pianificando di estendere il block explorer, nel FairCoin, per consentire la codifica degli indirizzi e delle operazioni, in modo che qualsiasi fondo possa essere monitorato in tempo reale.

Chi si occupa di FairCoin?

FairCoin è - come la maggior parte delle altre tecnologie blockchain - un modello matematico indipendente che non può essere fermato. È un "database comune distribuito" ed a disposizione di ogni portafoglio per aggiungere operazioni. Gli algoritmi controllano la forma in cui vengono confermate le operazioni.

Nel caso di FairCoin, l'algoritmo è stato modificato il 18 luglio 2017 da Proof-of-Stake/Proof of Work a Proof-of-Cooperation. Questa operazione ha comportato per i titolari del portafoglio semplicemente di aggiornare il loro software. Tutti i coins sono stati transferiti.

Invece di migliaia di computer in competizione per risolvere difficili Hashes di validazione (arricchendo ulteriormente quelli giá ricchi, attraverso il la PoW e la PoS), i nodi validati cooperativamente (CVN) svolgono questo lavoro in forma cooperativa, nella blockchain del FairCoin. La grande differenza del FairCoin rispetto ad altre criptovalute è che sono stati introdotti concetti come quello della fiducia e dei valori democratici anche a livello tecnico. In questo modo FairCoin non è trustless in termini di creazione dei blocchi, ma trustless in termini di operazioni. NB (si define trustless, in questo senso, un'azione che non richiede intermediari).

Lo sviluppo del FairCoin viene discusso insieme nel chat del gruppo. Nelle Assemblee Generali mensili di FairCoop vengono presi in considerazione gli argomenti strategici e le decisioni sui nodi da aggiungere ai nodi validati o le attività per gli amministratori di catena.

Gli amministratori di catena possono solo regolare alcuni parametri, ma non interrompere  o dividere la blockchain (il loro intervento è paragonabile a un equalizzatore di un amplificatore che si adatta all'acustica di una particolare stanza, ma non smette di riprodurre la musica).

Solo nel caso in cui tutti gli amministratori di catena abbandonino il loro compito nell' esecuzione delle decisioni di assemblea, l'assemblea potrebbe optare per un fork rigido, che consentirebbe d'incorporare on board un nuovo gruppo di amministratori di catena sotto la supervisione di tutti gli utenti della blockchain.

Qual è l'innovazione della Proof-of-Cooperation?

Invece di competere per risolvere un difficile puzzle per legittimare un blocco, i CVN cooperano come in un torneo. Ciò riduce enormemente i costi energetici e non richiede nessuna attività di mining. Gli operatori CVN ricevono una commissione molto piccola (0,1 ¢ per transazione) al fine di prevenire lo spam () e coprire una parte dei costi di elettricità e connettività. Inoltre, i amministratori di catena sono obbligati ad adattare alcuni parametri nella blockchain per consentire operazioni regolari per varie decadi, senza la necessità che ogni partecipante aggiorni il portafoglio. In questo modo possiamo mettere a punto determinati parametri di blockchain come il block spacing, che potrebbe essere necessario nel corso del tempo. Qualsiasi modifica deve essere basata su una decisione dell'Assemblea Generale di FairCoop e viene eseguita dagli amministratori di catena con una procedura multi firma.

Chi gestisce i Nodi Validati Cooperativamente?

Se sei attivo nella rete FairCoop sei invitato a gestire un CVN. I CVN firmano in modo collaborativo per legittimare il creatore del blocco successivo. Più tecnicamente, non firmano alcun blocco successivo tranne il seguente ID CVN.I candidati devono compilare il formulario di applicazione.Questo non é altro che un portafoglio che dove essere online 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e una lettura approfondita del il FWhite Paper di FairCoin é necessaria. Maggiori informazioni sulle precondizioni tecniche e socio-politiche per gestire un CVN si possono trovare qui: qui. Se desideri gestire un CVN puoi anche inviare un'email a .

Perché l'addebito di una piccola commissione per transazione?

Risposta breve: per garantire il buon funzionamento della rete blockchain abbiamo stabilito una commissione di circa 0,2 Euro-Cents per transazione. Quindi, ad esempio, se vuoi svuotare un portafoglio con 250 Fair, puoi trasferire non più di 249.999 Fair. Risposta lunga: abbiamo deciso, nel giugno 2016 che fosse 0,1 FAIR, ma nell' assembea del giugno 2017 che gli operatori CVN ottengono solo 0,01 operazioni FAIR per 1000 byte per coprire le spese di elettricità e connettività. Ciò impedisce che le persone invino spam alla blockchain con molte piccole operazioni, il che richiederebbe molto spazio su disco su ogni nodo della rete FairCoin. Una transazione "standard" richiede ~ 226 byte, quindi la commissione è 0,00226 FAIR ~ 0,003 EUR = 0,3 ¢. Una transazione con due input (= genitori) ha bisogno di ~ 373 byte quindi 0,00373 FAIR ~ 0,004 EUR.

 

All'Assemblea Generale del 15 gennaio del 2018 

ha deciso: L'aliquota della tassa è adattata nello stesso intervallo delle variazioni di valore stabilite dall'assemblea dei prezzi, nel caso che tale differenza è superiore al 20% o l'assemblea dei prezzi decide di non adeguare la commissione. Gli amministratori di catena decidono autonomamente a che ora e data eseguono questa modifica come parametro del blocco; cercando di prendere una decisione il prima possibile.

A differenza di Bitcoin (dove ti può essere addebitato almeno una parte del tempo fino a centinaia di euro per operazione), abbiamo deciso di utilizzare una commissione di operazione obbligatoria uguale per tutti invece di creare un cosiddetto mercato di commissioni nel quale i ricchi, pagando una commissione maggiore, ottengano che le loro operazioni vengano elaborate più rapidamente di altre. Nell'ambito del FairCoin abbiamo deciso che tutti contribuiscono alla blockchain con la stessa commissioni per dimensione della operazione. L'assemblea può decidere che gli operatori CVN trasferiscono le commissioni a un fondo comune, ad esempio per il reddito di base.

E questo è realmente equo, non è così?

 

Sinceramente: non siamo fan delle commissioni, preferiremmo mantenere le commissioni a zero. Ma dobbiamo evitare una potenziale "tragedia del bene comune". Nell'ambito del progetto FairChain stiamo lavorando su un framework di micro-operazioni che potrebbe potenzialmente essere integrato in FairCoin. Ci vorrà del tempo affinché questo sistema venga implementato e testato. Abbiamo già alcuni casi a “commissioni zero”: le operazioni da portafoglio a portafoglio in chipchap ed i pagamenti Fairpay con una carta fisica.

Devo pagare le tasse con FairCoin?

Secondo una decisione della Corte Europea del Luxembourg, lo scambio di valuta fiat in criptovalute o viceversa non è soggetto alle imposte sul valore aggiunto. Tuttavia, se usi FairCoin per fini commerciali o qualsiasi tipo di affari, dovresti trattarlo come una valuta straniera nei tuoi libri contabili ed aggiungere il suo valore commerciale alla tua contabilità o ai rendiconti su profitti e perdite, da cui calcoli le tasse. È a vostro rischio e pericolo se praticate la disobbedienza fiscale con le criptovalute.

Sono i pagamenti FairCoin anonimi?

Solo in una certa misura. La blockchain è un libro contabile pubblico, in cui tutte le operazioni possono essere viste da tutti. Non appena mostri un indirizzo, puoi essere rintracciato, ad esempio facendo acquisti o scambi con denaro fiat. Nel 2016, un'autorità fiscale statunitense ha imposto la creazione di una banca online di consegnare tutti gli indirizzi in suo possesso.

Why is the transaction volume on exchanges rather low?

FairCoin is designed and used for value exchange with real goods and services, not for speculation. Thus the trade volume on crypto - exchange markets is low compared to other crypto - currencies in relation to its market capitalization.

Qual è il compito degli amministratori della catena FairCoin?

Gli amministratori di FairCoin attivano i nodi dopo aver convalidato cooperativamente gli operatori e possono regolare alcuni parametri tecnici nella blockchain FairCoin. Questo accade raramente ed è progettato in tal modo a causa del lunghissimo ciclo di vita di una criptovaluta. L'assemblea FairCoin decide e gli amministratori di catena sono gli operatori che eseguono le decisioni (vedere le istruzioni tecniche in dettaglio). Almeno 5 amministratori di catena su 8 devono essere d'accordo quando si esegue uno dei seguenti compiti:

  • aggiungere un CVN
  • cancellare un CVN
  • cambiare l'elenco degli amministratori
  • modificare le commisioni di operazione (min 0, max 1 FAIR per kB)
  • cambiare i parametri tecnici
    •  la spaziatura dei blocchi (block spacing) (l'impostazione predefinita è 3 minuti)
    •  l'intervallo di tolleranza (grace periodo) della spaziatura del blocco (il valore predefinito è 1 minuto)
    • il minimo successivo alla firme degli hashes (l'impostazione predefinita è 10 = mezz'ora minima online, in modo che il CVN possa creare un blocco)

In qualsiasi modello basato su blockchain, sono necessari più del 51% dei nodi per eseguire un aggiornamento del software, nel caso in cui l'algoritmo debba essere adattato. Con FairCoin, alcuni parametri operativi possono essere impostati memorizzandoli nella blockchain, se almeno cinque amministratori firmano entro tre minuti. È possibile assegnare un massimo di undici amministratori di catena. Nel corso dell' assemblea del 15 di Septtembre del 2016, otto persone hanno soddisfatto i requisiti necessari. Quindi 5 degli 8 amministratori devono firmare ogni modifica. Le modifiche non possono fermare la blockchain, al contrario, renderla più fluida, ad esempio se il numero di operazioni al secondo raggiunge un certo limite (il blocco predefinito è di 1,5 MB, che può contenere massimo 3000 operazioni = massimo 10,6 operazioni per secondo - FairCoin è l'unico (!) blockchain che può regolare tale limite, che è sempre un compromesso tra la velocità ed il consumo dello spazio di archiviazione).

Confrontalo con un equalizzatore: se regoli alcune frequenze, il suono sarà migliore, a seconda dell'ambiente e della musica che suoni. La melodia della canzone può essere distorta se non stai attento, ma non svanisce completamente.

Come si diventa un amministratore della catena FairCoin?

Un amministratore di catena deve soddisfare i seguenti criteri:

  • piena disponibilità entro pochi giorni, in caso di emergenza, nel giorno stesso
  •  soddisfare il bisogno di co-firmare entro il tempo di intervallo del blocco di spaziatura
  • canale di comunicazione sicuro (ora con pgp o Telegram, in futuro forse tramite il blockchain del "core wallet")
  • competenze tecniche di gestione del terminale Linux
  • riconosciuta attività nella rete FairCoop e nella comunità FairCoin
  • deve aver letto l'ultima versione del White Paper FairCoin ed essere in grado di rispondere alle domande
  • deve essere proposto da due persone, che devono aver incontrato il nuovo amministratore della catena almeno una volta di persona (web-of-trust)
  • dovrebbe essere d'accordo con valori come equità, cooperazione, cautela, giustizia, uguaglianza, ecologia.

Gli amministratori della catena utilizzano due canali di chat su due piattaforme diverse. Possono conoscersi dalle loro attività nell'ecosistema FairCoop, ma la maggior parte non si sono mai incontrati di persona.  Le vere identità o gli indirizzi IP degli amministratori della catena non sono noti. Non esiste una rubrica centralizzata, in quanto FairCoop non è un'organizzazione registrata e non ha una sede centrale.

Se pensi di voler unirti come operatore di nodo o amministratore di catena, non esitare a contattarci all'indirizzo " target="_blank"> . Gli amministratori di catena non sono pagati.

Non hanno troppo potere gli amministratori della catena?

No.  La cosa più pericolosa che gli amministratori di catena potrebbero fare è cercare di guadagnare FairCoin aumentando la commissione di operazione per CVN che controllano (il limite massimo di questo parametro è 0,2 FAIR per operazione standard). Tuttavia, se si venisse a conoscenza che più di cinque amministratori di catena non vogliono seguire le decisioni dell'assemblea, un nuovo portafoglio sarebbe facilmente emesso, ristabilendo le regole decise democraticamente. Questo comporterebbe che gli utenti di FairCoin dovrebbero cambiare il loro portafoglio, che è il modo standard in cui tutte le altre criptovalute correggono qualsiasi problema grave o imprevisto che possa verificarsi durante il loro ciclo di vita. Con gli amministratori di catena in grado di mettere a punto alcuni parametri (incluso nel passaggio al FairCoin2) probabilmente non avremo più bisogno di cambiare di nuovo l'algoritmo.

Dove e quando l'assemblea si unisce?

Attualmente, l'assemblea FairCoop si riunisce ogni mese il 3 ° giovedì on Telegram in the FairCoop Assembly Group accessibile anche da fairchat (che include traduzione automatica). Here is a list of all chat groups. Puoi inviare un mail a , se vuoi assistere. Gli annunci di eventuali modifiche all'ora o al luogo dell'Assemblea sono pubblicati sul sito Web di FairCoop. Le decisioni importanti possono essere conservati nella blockchain come brevi documenti di testo. In futuro, potremmo mostrarli anche nei singoli portafogli.

Perché la scelta della tecnologia blockchain?

FairCoin è la prima blockchain con tocco umano e diversi valori in mente. Mentre alcuni potrebbero considerare questa una contraddizione al paradigma trustlessness della tecnologia blockchain, noi pensiamo che sia un vantaggio, dal momento che non è necessario forzare gli utenti ad aggiornare il software, quando sia necessario modificare alcuni parametri tecnici minori. L'utilizzo di un database come Cyclos, come alternativa, non era un'opzione, in quanto ha un punto debole, mentre FairCoin utilizza un meccanismo di verifica distribuito e funziona anche senza amministratori di catena.

Come vengono gestiti gli attacchi?

Il meccanismo peer-to-peer dei framework blockchain è quasi impossibile da bucare. Ogni nodo (in FairCoin qualsiasi portafoglio o CVN è un nodo) controlla il comportamento degli altri nodi collegati e li classifica. Se il cattivo comportamento di un nodo supera un determinato livello, viene disconnesso per 24 ore. Questo aiuta anche a prevenire attacchi DDoS.

Poiché i CVN si comportano come qualsiasi altro nodo e i loro indirizzi IP non sono elencati, non possono essere facilmente identificati. L'unico modo per trovare un CVN potenziale è quello di connettersi a un numero enorme di nodi e monitorare tutti i pacchetti per determinare dov'è il gruppo blocco/firma/nonce per primo. Questo diventa sempre più difficile quando il numero di nodi cresce fino a qualche migliaia.

Per rendere il network ancora più resiliente, in futuro potremmo stabilire una rete di nodi completi presso partner fidati con una connessione estremamente potente. I CVN selezionati potrebbero connettersi solo a questi nodi, per renderli totalmente invisibili.

Mantenendo le firme non crittografate, ogni nodo può verificare l'integrità del messaggio e decidere se inoltrarlo ad altri host o vietare l'host da cui è stato ricevuto il messaggio contraffatto.

Se si desidera analizzare il meccanismo di firma dei blocchi, è possibile dare un'occhiata al codice e segnalare un problema nel Github del progetto.

È possibile biforcare la blockchain FairCoin?

È quasi impossibile. Forking significa che la catena si divide in un determinato punto. Questo succede a Bitcoin una volta ogni tanto quando i miners creano un nuovo blocco quasi nello stesso momento. Ma in FairCoin, l'algoritmo di consenso determina esattamente un CVN che ha la priorità per creare il blocco successivo. Qualsiasi blocco presente sulla rete che non rispetti tali regole non sarà accettato da nessun altro nodo.

Cosa succede se un CVN fallisce?

Abbiamo tre parametri che determinano quale ID di CVN deve creare il blocco successivo.

  1. L'ordine (quello che ha creato il suo ultimo blocco il più lontano nel passato)
  2. Il tempo trascorso dall'ultimo blocco nella blockchain
  3. Il numero medio di firme ha conferite a ciascun blocco da 10 blocchi

Ogni CVN ha 60 secondi per creare effettivamente il suo blocco. Questo intervallo di tempo è regolabile dinamicamente e viene chiamato: intervallo di tolleranza del blocco.  Se un CVN non lo fa, il successivo nella linea deve creare un blocco e quello che non è riuscito a creare il suo blocco viene saltato.

Se un CVN non è riuscito a creare abbastanza firme parziali entro gli ultimi 10 blocchi (parametro dinamico: blocchi da considerare per il controllo della firma) lo stesso viene saltato fino a quando non ha co-firmato abbastanza blocchi.

Come vedete, Proof-of-Coperation è molto più di un semplice sistema “round robin”.

C'è il rischio che i CVN vengano attaccati per interrompere la catena di blocco?

Non è possibile distinguere facilmente i nodi normali e correnti dai CVNs perché entrambi eseguono esattamente lo stesso software e svolgono le stesse funzioni, con la differenza che i CVNs creano i blocchi. Quindi, non c'è un modo semplice per puntare direttamente a un particolare CVN. La Proof-of-cooperation definisce solo ciò che l'ID del nodo è quello di creare il blocco successivo e non quale indirizzo IP ha o dove si trova.

Quasi tutte le crittovalute P2P sono vulnerabili agli attacchi DOS. Perché gli indirizzi IP di tutti i nodi sono informazioni pubbliche. In questo modo, è possibile inondare tutti i nodi conosciuti e interferire con la rete. Ci sono attualmente circa 10000 nodi Bitcoin e circa 100 nodi FairCoin attivi. Per un serio aggressore non farebbe alcuna differenza se 10000 o 100 nodi devono essere attaccati.

Tuttavia, abbiamo discusso di questo problema. Se un giorno ci trovassimo di fronte a una situazione del genere, colleghiamo direttamente i CVN e/o utilizziamo nodi proxy ben collegati su alcuni VPS. Questo manterrebbe in funzione la blockchain. Ricordate, il caso peggiore è che un attaccante potrebbe portare la blockchain ad un arresto temporaneo, e questo è tutto. Semplicemente continuerebbe quando l'attacco è finito.

La PoC-Blockchain ha bisogno del 70% di tutti i CVN per essere online, cosa succede se questo numero non può essere raggiunto?

Il 100% da raggiungere è in realtà il numero medio di firme negli ultimi 10 blocchi. Quindi, se abbiamo un nodo che fallisce giá da tempo, 95% diventa il nuovo 100%. In questo modo ci assicuriamo di mantenere in funzione la blockchain anche se sperimentiamo diversi nodi a lunga scadenza.

Come funziona la convalida della firma?

Ora alcune risposte per i geeks della cripto: come fanno i CVN a sapere chi é in possesso di ciascuna delle chiavi? L'elenco di CVN è in realtà incorporato nella blockchain. Ognuno di loro ha il suo ID e la sua chiave pubblica (vedi il CVN payload blocks e cerca nel primo). Ogni CVN ha la chiave privata corrispondente al suo ID. Entrambe le informazioni sono incorporate nel FASITO. Le chiavi private sono generate su FASITO e non si possono recuperare.

Perché il double spending (doppia spesa) è impossibile?

Anche se ci vogliono fino a 3 minuti perché una transazione sia nella blockchain, qualsiasi transazione è immediatamente valida. Se qualcuno cercasse di duplicare una transazione entro il periodo di blocco, questa verrebbe comunque respinta dal mempool. Ogni nodo ha una copia di quel mempool (los spazio dedicato ad una transizione in attesa) e prima di entrare nella blockchain, il momento in cui una transazione è entrata sarà confrontata con altre. Nel caso ci sia una differenza, il CVN che crea il blocco successivo confermerà quello ricevuto per primo. Il secondo verrà rimosso da tutti i mempool una volta ricevuto il blocco di conferma. (txn-mempool-conflict - Transaction rejected by network rules).

Riassumendo: FairCoin non supporta la conferma immediata della transazione, ma abbiamo un meccanismo aggiuntivo molto forte per evitare qualsiasi doppia spesa. Anche se non riusciamo a pensare ad un ipotetico caso di doppia spesa, si consiglia di attendere almeno due conferme se si trasferiscono grandi somme. E controllare l'esploratore di blocchi per vedere le tue transazioni nell'inmutabile blockchain.

Cos'è un FASITO?

Il TOken di registrazione di FAircoin è un piccolo dispositivo hardware di portafoglio dedicato collegato al portafoglio di un nodo completo tramite un cavo USB. Un FASITO può servire come archivio di chiavi private e per la creazione di firme di catena per CVN e amministratori di catena. La sua scheda TEENSY richiede un firmware speciale e viene montata con un PIN di sei cifre e inseriamo tre chiavi pubbliche dagli amministratori dei dispositivi, che potrebbero sbloccarlo, se è stato bloccato dall’inserimento di un PIN errato della password nel fare log al porta. Abbiamo anche inserito una chiave privata di dispositivo sul FASITO per le richieste di autorizzazione. Il firmware é evidentemente open source e gli sviluppatori FairCoin offrono agli operatori CVN la consegna pre-seeded (con i semi giá stabiliti). Tutte le chiavi sono generate con una sequenza di inizializzazione da parte dell'operatore CVN stesso.

Quali schemi di firme digitali vengono utilizzati?

Siamo utilizzando le firme EC-Schnorr per due ambiti del FairCoin:

1. firme alla catena - che legittimano il prossimo creatore a creare il suo blocco

2. firma di blocco - prova che un CVN reale ha creato il blocco e non qualche entità maligna

In questo contesto, l'attuale implementazione di EC-Schnorr è sicura da usare. È molto efficiente e genera firme shotz. Ma non può essere utilizzato per la firma delle operazioni. Qui usiamo ancora lo stesso schema di firma della curva ellittica di Bitcoin: ECDSA. Attualmente stiamo esaminando anche Curve25519.

Quanto resilienti sono i nodi che convalidano cooperativamente?

Le CVN si comportano come qualsiasi nodo FairCoin; creano i blocchi, li raggruppano al momento della firma e li impegnano nella catena. Possiamo persino dire che i CVN sono come segretari che non si conoscono. Il consenso viene creato dalla cronologia, ed è quindi chiaro quale sarà il prossimo CVN. Quello che crea il blocco è il più lontano nel passato. Se un CVN non è online (nel periodo di prova di 60 secondi), viene saltato e tutti i nodi accettano di provare con il prossimo CVN.  Ogni nodo completo convalida tutti i messaggi. Il 70% delle CVN deve firmare. Se un numero minore di questi firma non viene generato alcun blocco, ma i CVN non funzionanti che non hanno risposto a più di dieci blocchi non vengono presi in considerazione nel rapporto del 70%.

Un CVN dannoso non può davvero nuocere, non può operare il double spending etc., non potrebbe accettare un blocco ma altri nodi lo faranno, e non ha comunque più potere di un mining pool in Bitcoin. La catena di blocchi di fairCoin non si fermerà se almeno 3 CVNs sono online.

Qualsiasi catena di blocchi o rete p2p può essere minacciata da DDoS (alcune centinaia di nodi sono facili da tranquillizzare, anche se con qualche sforzo, ma un attacco del genere non può durare più di alcune ore, che diventano giorni se il budget permette l'uso di molta CPU). Dopo tale attacco, la rete del nodo si ripristinerà automaticamente e continuerà. In caso di attacco DDoS massiccio, gli operatori CVN potrebbero connettersi direttamente con il parametro -connect=IP1 -connect=IP2 .

 

In che modo la Proof-of-Cooperation é diversa dalla Proof-of-Authority

Nella PoA si definiscono un insieme di chiavi che sono in grado di firmare nuovi blocchi, queste chiavi iniziali sono scritte nella Genesi (quando inizia la catena di blocchi). In Ethereum, aggiungere/rimozione le chiavi può essere fatto utilizzando uno SmartContract che vive nella stessa catena. Con FairCoin, la chiave privata è nella FASITO, che è molto più sicura, in quanto da lí non può essere recuperata. Ethereum sta usando la PoW ad alto consumo d'energia e va ora migrando verso la PoS, che non é equa perché premia il piú ricco. Il PoC semplicemente non ha bisogno del mining, in quanto facilita il round-robin. E gli amministratori di catena supervisionano in una procedura di firma multiple l'inserimento e la rimozione di CVN basati su decisioni democratiche degli utenti attivi di FairCoin.

Che cosa sono vendite ed offerte?

Nei mercati di criptovaluta come Bittrex, puoi vendere FairCoin (segnato in rosso) o fare un'offerta per acquistare FairCoin (segnato in verde). Con la domanda stai impostando gli ordini di vendita oltre al prezzo corrente, con le offerte stai impostando ordini che sono al di sotto del prezzo corrente per l'acquisto.

Al fine di mantenere stabile FairCoin, è meglio non inoltrare richieste quando ci sono già molti ordini di vendita. In generale, consigliamo di acquistare e vendere FairCoin all'interno della comunità FairCoin.

 

FAIRCOIN IS BASED ON PROOFED BLOCKCHAIN TECHNOLOGY. USAGE AND MARKET VALUE REMAIN ON YOUR OWN RISK.
Imprint & Contact | Privacy | Logos, Posters and Stickers | Brochures | Presentation Slides | White Paper | CMS Login

To top